LA SOMMINISTRAZIONE DEL PLANCTON VIVO IN ACQUARIO HA PORTATO AD UNA SVOLTA NELLA GESTIONE DELL’ ACQUARIO DI BARRIERA, HA RESO L’AMBIENTE MOLTO SIMILE A QUELLO NATURALE. LO SVILUPPO DELLA BIODIVERSITA’ HA CREATO LA RETE ALIMENTARE IN ACQUARIO, TANTO IMPORTANTE PER LA SALUTE DEL CORALLO.

 

COME REPERIRE IL FITOPLANCTON PLANCTONTECH.

I nostri punti vendita sono negozi specializzati nel settore acquariologia marina. Il distributore si serve di   bioreattori adatti al mantenimento delle colture ed al loro dosaggio. In questo modo il fitoplancton rimane attivo e pronto alla vendita. Grazie alla capillare rete di distribuzione, è estremamente semplice trovare il prodotto ed utilizzarlo costantemente per alimentare il vostro acquario di coralli. Le colture hanno un grado di purezza elevato, per questo motivo sono resistenti nel periodo estivo, quando le temperature sono elevate. Il nostro fitoplancton è riconoscibile dal:

SIGILLO DI AUTENTICA’ PRESENTE SUL FITODISPENSER IN NEGOZIO.

IL SIGILLO CAMBIA IL SUO NUMERO DI SERIE AD OGNI LOTTO DI FITOPLANCTON ACQUISTATO DAL NOSTRO PUNTO VENDITA.

(vedi paragrafo prodotto: autenticità e certificazioni sanitarie. )

DIFFERENZE TRA CIBO CONSERVATO E PLANCTON VIVO

 

                                                      FITOPLANCTON PLANCTONTECH

                                                      UN ALIMENTO DI ALTA QUALITA’

Nei primi anni della mia carriera nel settore dell’acquariologia marina mi occupai della riproduzione e dell’allevamento degli AMPHYPRION.

 Mi accorsi subito dell’importanza del valore nutrizionale del cibo che somministravo alle larve.

Alcune malformazioni morfologiche e strane colorazioni della livrea di questi simpatici pesci, mi lasciavano perplesso, sebbene somministrassi la quantità di cibo corretta la situazione non migliorava!

Purtroppo questo problema era legato allo scarso valore nutrizionale del fitoplancton che utilizzavo per alimentare lo zooplancton, che poi somministravo alle larve.

Poco dopo riuscii a mettere a punto un fertilizzante specifico per l’allevamento delle microalghe, ricco di varie sostanze utili, (tra le quali miscele di oligoelementi), alla crescita e all’arricchimento della cellula e compatibili con l’ambiente acquario. Fu la scoperta che risolse la situazione.

Infatti un fitoplancton così ricco cedeva le sue sostanze allo zooplancton il quale le trasportava alla larva di Amphyprion.

Lo stesso vale per il corallo, questo animale necessità di un cibo di qualità, non vive assorbendo dall’acqua lo scarto dei pesci, non vive di sola luce, in questo modo sopravvive. 

All’inizio quando si pensò di utilizzare il fitoplancton come alimento per l’acquario marino di coralli  ci furono problemi.

 I classici fertilizzanti impiegati per allevare il fitoplancton, tutt’oggi in commercio, ( usati nell’ittica oppure per giardinaggio) finivano in acquario causando proliferazione algale oppure cianobatteri, e alla meglio scurimento dei coralli sps.

Grazie all’utilizzo di questo nuovo substrato alimentare (di nostra produzione), adatto per la crescita delle microalghe, i problemi furono risolti ed il fitoplancton oggi giorno NON E’ RISCHIOSO SE UTILIZZATO IN ACQUARIO,anzi rappresenta un veicolo nutrizionale ricco e importante.

La presenza di organismi competitor all’interno della coltura, è da evitare, determina la morte oppure un ridotto valore nutrizionale della cellula della microalga. Molto importante è l’ambiente in cui si allevano le micoralghe, deve essere asettico! In particolare durante la fase di crescita la coltura è predisposta ad infezioni e contaminazioni che la danneggiano pur, per un certo periodo, mantenendo il suo bel colore verde o altro la cellula è comunque danneggiata.

Così come è molto importante la sterilizzazione, con sanificanti specifici, di tutte le attrezzature utilizzate per l’allevamento, ed il trattamento dell’aria del locale (UTA), ed una serie di accortezze sanitarie.

Roberto Ferri

     IL PRODOTTO E’ CERTIFICATO ED ALLEVATO CON FERTILIZZANTI SPECIFICI

PERCHE’ NON UTILIZZAIMO IL CLASSICO FERTILIZZANTE PER ALLEVARE LE COLTURE DI FITOPLANCTON?

LE SOSTANZE CONTENUTE NEL CLASSICO FERTILIZZANTE POSSONO ESSERE DANNOSE PER IL SISTEMA ACQUARIO.

L’estratto dal protocollo FAO mette in evidenza il contenuto del classico fertilizzante.

Marco Ferri (addetto al controllo qualità)

LA BUONA QUALITA’ DEL FITOPLANCTON LA SI OTTIENE RISPETTANDO CRITERI DI ALLEVAMENTO MOLTO RIGOROSI.

LA SALA ASETTICA DELLE COLTURE MADRE ED IL CONTROLLO DI QUALITA’

 

LE CERTIFICAZIONI

ESSERE CERTI DI ACQUISTARE IL NOSTRO PRODOTTO

                                                     UN FANTASTICO PREDATORE

Ormai sappiamo che il polipo corallino è un animale, ha un sistema nervoso, un sistema riproduttivo, un sistema digerente, e in alcuni casi ha anche un sistema muscolare.

IL CORALLO, IN QUANTO ANIMALE, DEVE ESSERE NUTRITO!

Esistono coralli filtratori, in particolare coralli molli,  che si nutrono di FITOPLANCTON, BATTERI e sostanze disciolte nell’acqua. Al contrario il corallo duro (LPS-SPS), si nutre in minima parte di sostanze disciolte, è un predatore, vive ricavando una buona parte del  nutrimento dalla cattura dello zooplancton (le cromoproteine hanno un origine metabolica, sono ricavate dal cibo e sensibilizzate dalla illuminazione, sono responsabili in buona parte della colorazione del corallo) libero in acqua e grazie alla luce.

Nel caso dei coralli molli il dosaggio di fitoplancton rappresenta la miglior strategia per mantenerli in salute e generare crescita, senza inquinare l’acquario.

Nel caso dei coralli duri la situazione migliore è la somministrazione di prede vive, lo ZOOPLANCTON PELAGICO. (permane vivo in acqua fino al momento della cattura).

IL DOSAGGIO DEL PLANCTON VIVO IN ACQUARIO PUO’ ESSERE MANUALE (vedi capitolo protocollo somministrazione) OPPURE AUTOMATICO, SOMMINISTRAZIONE INDICATA PER LO ZOOPLANCTON.

COME ALLEVARE E DOSARE AUTOMATICAMENTE LO ZOOPLANCTON IN ACQUARIO

                                                           NEWPLANCTONDOSE

Quale organismo riproduciamo ed alleviamo all’interno del reattore?

BRACHIONUS è un metazoo formato da circa 1000 cellule, caratterizzato da un ciclo riproduttivo molto veloce e intenso. Per questo motivo il rotifero,  rappresenta la preda ideale per il corallo e per tutta la microfauna che vive tra le rocce del nostro acquario.

Anche in questo caso è importante  alimentare il Brachoinus con un cibo molto ricco dal punto di vista nutrizionale per far si che le sostanze arricchenti  vengano trasferite al predatore. Il fitoplancton arricchito, allevato nel nostro laboratorio, è l’alimento perfetto.

NEWPLANCTONDOSE V15418      (APRI ISTRUZIONI)

 

 

IL PROTOCOLLO PER LA SOMMINISTRAZIONE MANUALE DEL PLANCTON VIVO IN ACQUARIO.     

IL SISTEMA DI ALIMENTAZIONE NATURALE SERVE AD ALIMENTARE CORALLI, ROCCE   E FONDALI.

IL PLANCTON IN ACQUARIO E’ IMMEDIATAMENTE CONSIDERATO CIBO DAL CORALLO, QUESTO PERCHE’ IL PLANCTON E’ PRESENTE IN MARE DA MILLENNI.

IL CORALLO DURANTE LA SUA EVOLUZIONE HA IMPARATO AD ALIMENTARSI E A VIVERE GRAZIE AL PLANCTON VIVO ED ALLA LUCE.

BIOACTIVATOR

Grazie a BioActivator è possibile arricchire di biodiversità fondali e rocce.

All’interno della confezione termica la sabbia viva e gli organismi pelagici dello zooplancton sono sempre disponibili, al contrario il barattolo degli organismi bentonici, (opzionale) causa la scarsa velocità riproduttiva degli organismi del benthos, non è sempre presente, (non è possibile la spedizione di BioActivator a temperatura ambientale al di sotto dei 10°c).

COME ACQUISTARE IL BIOACTIVATOR?

Effettuare la prenotazione presso il nostro punto vendita, lasciando i vostri dati

(contatto telefonico e-Mail.) e l’indirizzo per la spedizione. E’ indispensabile il nome della persona di riferimento che riceverà il pacco.

Quando arriverà l’autorizzazione dal punto vendita, noi effettueremo la spedizione direttamente a casa vostra. Tutto questo per ridurre la tempistica del trasporto.

FITOBIOREATTORE DISPENSER (adatto a mantenere colture di fitoplancton e zooplancton pelagico)

Questo reattore di fitoplancton (D 200 H 700 mm, peso 12 Kg, 18 lt capienza) è completamente costruito in acrilico e pvc. La sua base di colore nero ha una concavità calcolata, questo permette  anche a minuscole bolle d’aria di mantenere in sospensione le microalghe e altri organismi senza danneggiarli. La base è ottenuta da un pieno di pvc nero, (lavoro CNC) ed è saldata durante l’assemblaggio (non incollata) al materiale acrilico. Questa saldatura garantisce una durata illimitata dell’accoppiamento dei materiali.

Istruzioni reattore fitodispenser